Sondaggi
 
...
 
Newsletter
 
 
 
sottoscrivi      rimuovi
Friends
 
federnuoto
deepblue

agendaDiana

Warning: getimagesize(http://www.nuoto.it/foto_news/ridim-martgrim.JPG) [function.getimagesize]: failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /home/nuoto/public_html/leggi.php on line 71
Invia articolo Stampa articolo
INTERVISTE-PROFILI - 04/02/2010
4 chiacchere con Martina Grimaldi
Grande interprete del fondo

Martina Grimaldi, bolognese classe ’88 tesserata per la C.N. UISP Bologna allenata dal tecnico Fabio Cuzzani. Da diverse stagioni ai vertici del nuoto di fondo, nel 2008 agli Europei di Dubrovnik vince la sua prima medaglia internazionale conquistando l'argento nella 10 km, nel medesimo anno e nella stessa specialità è decima alle Olimpiadi di Pechino in cui il nuoto in acque libere fa il suo debutto ufficiale. Ai recenti Mondiali di Roma ottiene il risultato più importante vincendo la medaglia di bronzo nella 10 km.
Nel fine settimana appena concluso Martina ha vinto l’argento nella prima tappa della CdM FINA a Santos in Brasile, insieme a lei sul podio per il bronzo è salita l’azzurra Alice Franco.

Ciao Martina, raccontaci come ti sei avvicinata al nuoto, dagli inizi fino al recente bronzo Mondiale di Roma.

Da sempre mi piace l´acqua. Ho iniziato a nuotare quando avevo cinque anni, come capita un po´ a tutti `per fare sport´.
Poi ho seguito il percorso classico di avvicinamento all´attività agonistica, con le prime gare in piscina: l´ambiente mi è piaciuto, ho fatto amicizie che ancora oggi mi accompagnano, poi sono arrivati i primi risultati importanti in specialità come i 400 misti, gli 800 e i 1500 stile libero, e così è stato facile proseguire.
L´amore per il nuoto di fondo è nato più tardi, grazie a Fabio Cuzzani, da sempre mio allenatore, che, avendo notato le mie caratteristiche di resistenza, mi ha proposto di partecipare alle prime competizioni. E´ stato quasi `amore a prima vista´: mi piacque subito l´idea di un campo di gara aperto, che richiedeva tattiche diverse per affrontare le varie fasi della competizione, come la partenza, l´ingresso e l´uscita dalle boe e lo sprint finale, ed una grande sensibilità per trovare la giusta rotta sfruttando le correnti e la direzione del vento.
Un altro aspetto che ho apprezzato di questa specialità è il contatto, non solo visivo, con l´avversario: è necessaria molta tattica ed attenzione, richiede di studiare il comportamento degli altri in modo da anticiparne le mosse ed evitare le loro eventuali scorrettezze.
Dati i buoni risultati conseguiti, arrivarono le prime convocazioni in Nazionale, prima Juniores e poi Assoluta, che mi hanno portato fin qui e mi hanno regalato tante soddisfazioni.

Parlaci della tua medaglia ai mondiali di Roma...stati d'animo prima, durante e dopo?

I mesi che hanno preceduto la competizione hanno richiesto un lavoro in vasca molto impegnativo, puntato innanzi tutto a prepararmi per le gare che avrebbero consentito la qualificazione al Mondiale: lavoro che ha sicuramente dato i risultati attesi, permettendomi di vincere i Campionati Italiani nelle specialità dei 5, 10 e 25 chilometri.
Nei momenti subito precedenti la gara ho cercato, come faccio di solito, di trovare la giusta concentrazione, rilassandomi ascoltando la musica che mi piace e mettendo a punto la mia tattica di gara.
La gara ha richiesto grande controllo di nervi e grande concentrazione, con il continuo obiettivo di controllare le avversarie. Le condizioni del mare erano buone ed il fisico ha sempre risposto bene non facendomi sentire eccessivamente la fatica. Nel finale, che, per come si è messa la gara, è risultata la parte più difficile, ho dovuto lottare per mantenere la posizione ed impedire il ritorno delle avversarie, in particolare la tedesca Maurer, sempre pericolosa. Dopo la gara ho provato una gioia immensa e, solo dopo qualche giorno, è maturata la consapevolezza dell´importanza del risultato ottenuto.


MONDIALE DI ROMA - Il finale della 10 km

Cosa rappresenta il Nuoto nella tua vita?

Nuotare è una parte molto importante della mia vita, non solo per l´impegno e la dedizione che richiede, ma perché ha contribuito a formare il mio carattere e il mio stile di vita.
Un´attività così impegnativa, sempre puntata sul miglioramento continuo delle prestazioni, impone scelte di vita importanti e la selezione delle cose che davvero contano: gli affetti, le vere amicizie, la lealtà, il sacrifico per il raggiungimento degli obiettivi e, quando arriva, la felicità per i risultati ottenuti.

Cos'altro fai oltre che nuotare?

Sono iscritta al Corso di Laurea in Scienze Statistiche indirizzo Economia ed Impresa, presso l´Università di Bologna, e frequento tutte le lezioni che riesco a conciliare con gli impegni sportivi.
Il tempo libero, poco in verità, lo dedico tutto quanto agli amici: quelli di Bologna, con i quali mi vedo solitamente il sabato pomeriggio o sera, e quelli più lontani, con i quali mi mantengo in contatto la sera attraverso Facebook.

Come gestisci nell'arco della stagione le gare in piscina con quelle in acque libere?

Per quanto riguarda le gare in piscina, cerco di non mancare agli appuntamenti più importanti: i Campionati Italiani Assoluti Invernali, Primaverili ed Estivi.
Relativamente a quelle in acque libere, invece, durante l´inverno partecipo alle gare di Coppa del Mondo selezionate dalla Federazione Italiana Nuoto di Fondo, che, naturalmente, si svolgono in posti caldi e che mi servono come preparazione alle gare che mi occupano, da Giugno in avanti, per tutta l´ estate.

Ci racconti una tua serie di allenamento particolarmente impegnativa?

Di serie impegnative ne ho fatte tante, ma una che ricordo in particolare è quella che ho fatto la settimana prima di partire per Santos (ndr: FINA CdM in Brasile):

2x400 a 4.45’’+ 2x100 (1 F e 1 P)+50 F+150 P
4x200 a 2.25’’+ 2x100 (1 F e 1 P)+50 F+150 P
2x400 a 4.40’’+ 2x100 (1 F e 1 P)+50 F+150 P
2x200 a 2.20’’+ 2x100 (1 F e 1 P)+50 F+150 P
F=forte
P=piano


Martina insieme ad Alice Franco alla CdM FINA di Santos in Brasile
Argento e bronzo nella 10 km.

Com'è la tua giornata tipo quando sei a casa? Ce la descrivi?

Quando sono a casa, sostengo 10 sedute di allenamento settimanali, più due sedute di palestra. Conciliare questi impegni con lo studio non è facile: c’è un giorno in cui mi alzo alle 5:00, faccio colazione, corro in piscina per un paio d´ore di allenamento, quindi mi reco all´Università per seguire le lezioni, poi un pranzo frugale e di nuovo in piscina per altre due ore, dalle 14:30 alle 16:30. Infine a casa per studiare, cenare e riposare.

Tu stai diventando un punto di riferimento per molti giovani atleti, ma in passato anche tu ne avrai avuti, chi era/erano? E adesso?

Da quando mi sono avvicinata al nuoto di fondo, in campo femminile il mio punto di riferimento è sempre stata Viola Valli, campionessa mondiale indiscussa ed insuperata. Peraltro ammiro molto anche le qualità e lo stile di nuotata di Larisa Ilchenko.
In campo maschile, ho avuto la fortuna di conoscere Marco Formentini, che mi ha dato preziosi consigli ,Valerio Cleri, un combattente nato, e Simone Ercoli.

Qual è il tuo obbiettivo stagionale?

Sono essenzialmente due, entrambi impegnativi: qualificarmi ai Mondiali di specialità del 2010, che si terranno in Canada, e ai prossimi Europei di Budapest.

Grazie Martina per la disponibilità, c’è qualcosa che vuoi aggiungere?.

Beh, prima di tutto desidero ringraziare tutti voi, che date spazio e voce ad atleti e discipline che a torto sono giudicate ‘minori’, tutti coloro che hanno dedicato un po´ del loro tempo a leggere questa intervista ed anche chi mi è stato vicino in questo percorso.
Infine, desidero rivolgere un appello alle Istituzioni affinchè si adoperino per fare in modo che gli sport `minori´ non siano più tali ed inviare un saluto a tutti coloro che amano il nostro sport, con l´auspicio che siano sempre di più...

PIAZZAMENTI IN CARRIERA
DA FEDERNUOTO

3° Mondiali	10 km	Roma, 2009
7° Mondiali	25 km	Roma, 2009
4° Fina WC 	10 km	Santos, 2009
10°Olimpiadi	10 km	Pechino, 2008
4° Europei 	25 km	Dubrovnik, 2008
2° Europei 	10 km	Dubrovnik, 2008
3° Fina WC 	10 km	Dubai, 2008
8° Fina WC 	10 km	Santos, 2008
26°Mondiali	10 km	Siviglia, 2008
6° Coppa LEN	10 km	Milano, 2007
5° Fina WC 	10 km	Cancun, 2007
10°Fina WC 	10 km	Hong Kong, 2007
5° Fina WC 	10 km	Shantou, 2007
1° Fina WC 	10 km	Vienna, 2007
16°Mondiali	5 km	Melbourne, 2007
8° Mondiali	5 km	Napoli, 2006
6° Europei 	5 km	Budapest, 2006

Share |
 
[home page]   [torna indietro]

Share/Bookmark